Tag: pomodoro da industria

Pomodoro, accordo sul prezzo ancora in alto mare

Pomodoro da industria del nord Italia, il contratto è ancora in alto mare. Al 24 maggio non ci sono ancora certezze sul prezzo che trova ancora distanti le parti, quella industriale e quella agricola. I trapianti sono iniziati, anche se in parte rallentati dalle piogge, e si ipotizza una impennata delle superfici dopo una annata, quella del 2023 che si è chiusa in modo positivo. 

Le stime, ancorché approssimative, indicano in circa 42mila ettari le superfici investite a pomodoro, contro le 38mila dello scorso anno. In questa situazione c’è il rischio che si vada verso trattative ‘parallele’ vanificando il ruolo delle organizzazioni dei produttori.

Bertoli, direttore Asipo: “per il 2024 sarà fondamentale il ruolo delle Op nel coordinare congiuntamente le attività da mettere in campo”

PARMA – “Nonostante l’andamento stagionale avverso anche quest’anno, Asipo rappresenta indicativamente un quarto della superficie coltivata nell’area nord e relativo quantitativo prodotto”. Lo sottolinea il direttore Michele Bertoli nel commentare la campagna “che è stata mediamente soddisfacente anche se altalenante per la qualità conferita, ma nel complesso buona.

Continua a leggere

Pomodoro, campagna positiva e per ora produzione di alta qualità

Cristian Calestani

PARMA – “Sino ad ora la campagna del pomodoro da industria nel Parmense è andata piuttosto bene, sia in termini di quantità sia di qualità”, lo afferma un produttore specializzato che fortunatamente è rimasto indenne, sino ad ora, dalle grandinate che hanno coinvolto l’areale nord a fine luglio.

>>leggi tutto

Pomodoro da industria: a circa metà raccolta buone prospettive anche per il mercato dei derivati

Claudio Ferri

PARMA – “Ad oggi (28 agosto, ndr) circa il 65% della superficie è stata raccolta, compresa parte di quella colpita dalle grandinate del 20, 21, 22 e 26 luglio”. Lo afferma Davide Previati, responsabile tecnico di Asipo, che quantifica il prodotto conferito degli associati all’Op, “ovvero circa il 53% sull’obiettivo di produzione contrattato”.

Continua a leggere

Pomodoro da industria, siglato il contratto a 150 euro per tonnellata

Giuseppe Romagnoli

Finalmente si è conclusa la lunga trattativa fra produttori e industriali per il prezzo del pomodoro da industria del Nord Italia, relativo alla campagna 2023, con le parti che si sono accordate per un prezzo di 150 euro a tonnellata. Un’intesa importante per una produzione di alta qualità fondamentale per il piacentino, prima provincia al Nord per ettari coltivati. Il settore in Emilia Romagna produce 2,8 milioni di tonnellate di prodotto su 5,5 milioni di tonnellate a livello nazionale. Restano bloccati, per l’anno in corso, i parametri di qualità, con il patto però che saranno rivisti nel 2024.

Continua a leggere

Nuovi imballaggi sostenibili per la filiera del pomodoro da industria

L’Aop Cio, Associazione di Organizzazione di Produttori con sede a Parma, di cui fanno parte Ainpo, Consorzio Casalasco del Pomodoro e Consorzio Agrario di Cremona, ha presentato alla Regione Emilia Romagna il progetto di ricerca TomatER, per il miglioramento della sostenibilità ambientale della filiera del pomodoro da industria attraverso l’impiego di nuovi materiali di imballaggio.

Continua a leggere

‘Oro rosso’: Casalasco sigla l’accordo con le Op Ainpo e Asipo a 150 euro alla tonnellata

Se l’accordo sul prezzo del pomodoro da industria non è ancora stato raggiunto tra le parti, qualche intesa è stata tuttavia raggiunta tra alcune Op e industrie di trasformazione. Nei giorni scorsi è stato, infatti, siglato il prezzo tra Casalasco e le due maggiori Op del Nord Italia, ovvero Ainpo e Asipo, che ha fissato il prezzo del pomodoro da industria a 150 euro la tonnellata.

Continua a leggere

Il pomodoro da industria centra gli obiet tivi produttivi ma fa i conti con i rincari energetici che azzerano i prezzi contrattati con l’industria

Claudio Ferri

La calda estate sembra non aver compromesso la produzione di pomodoro da industria nel Distretto del nord che, nel cuore della campagna, evidenzia tratti interessanti dal punto di vista dei volumi e della qualità. In tutto il Distretto le superfici investite sono state di 37 mila ettari, con una flessione del 4% rispetto al 2021.

Continua a leggere

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – mail: emiliaromagna@cia.it PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali –  Whistleblowing policy

WhatsApp chat